Il taglio a getto d’acqua è una tecnologia di taglio che utilizza un getto d’acqua ad altissima pressione (fino a 7.000 bar) per tagliare numerosi materiali.  Il taglio water jet abrasivo e ad acqua pura sta guadagnando la popolarità come strumento per tagliare una ampia varietà di materiali.

La facilità di programmazione, i costi contenuti di taglio e la possibilità di tagliare pressoché tutti i materiali da pochi decimi di millimetro fino a spessori di 250 mm con una precisione del decimo di millimetro ne hanno fatto una macchina essenziale per la nostra azienda.

Il primo indubbio vantaggio della lavorazione water jet  è dovuto al fatto che la lavorazione avviene a freddo, quindi senza alterazione termica e strutturale del materiale, in assenza di sollecitazioni meccaniche, senza che si generino vapori, fumi e polveri, a tutela dell’ambiente.
E’ possibile tagliare qualsiasi materiale, fragile o tenace che sia, con precisioni nell’ordine del centesimo.

Il getto può iniziare a lavorare in qualsiasi punto della superficie, seguendo qualsiasi percorso, senza dover seguire direzioni particolari.

Dal punto di vista del processo, non esistono problemi legati all’usura dell’utensile, il materiale può essere sfruttato al massimo, minimizzando gli sfridi di lavorazione, il prodotto finito non necessità di alcuna forma di pulizia.
La tecnologia Waterjet non è inquinante sia perché non sono prodotti fumi e polveri durante la lavorazione, sia perché vengono utilizzati oli o grassi.

Le lavorazioni che possono essere eseguite con le tecnologie Waterjet sono molteplici, alcune che riguardano la separazione dei materiali, altre che si limitano al trattamento delle superfici.
Il taglio, forse la più classica delle lavorazioni a getto d’acqua, può oggi essere eseguita con o senza abrasivo, d’acqua. Il genere con abrasivo, è una lavorazione relativamente nuova che sta subendo una forte richiesta sia per la flessibilità dimensionale, ma soprattutto perché può essere eseguita con successo su materiali di difficile lavorabilità.

I fori realizzabili possono essere cilindrici, conici ma anche angolati e richiedono le stesse attenzioni del taglio.

Altre applicazioni del Waterjet sono:  la fresatura, anch’essa con o senza abrasivo, e la tornitura, effettuata con successo su diversi materiali ma, in particolare, sui materiali ceramici, vetrosi e difficilmente lavorabili con tecnologie tradizionali.

Il Taglio al plasma, invece, è un procedimento utilizzato per tagliare l’acciaio ed altri metalli.

Questo è un mezzo efficace di taglio sia per lamiere sottili che spesse. Le torce manuali possono tagliare solitamente una piastra d’acciaio al carbonio spessa fino a 50 millimetri e le torce più potenti montate su macchine utensili possono perforare e tagliare strati d’acciaio fino a 130 millimetri di acciaio inox, usando una miscela di Argon e Idrogeno. Per l’acciaio al carbonio lo spessore massimo raggiungibile comunemente è inferiore ai 35 mm (quindi inferiore agli spessori raggiungibili a mano) poiché lo sfondamento della lamiera in automatico è molto delicato. Le macchine da taglio al plasma producono un ‘cilindro’ caldissimo e perfettamente direzionabile sulla linea di taglio, perciò sono praticamente insostituibili per il taglio di fogli metallici curvati o superfici variamente angolate.

A partire dalle prime installazioni che risalgono in Italia agli anni ’80, il taglio al plasma si è guadagnato la fama di una lavorazione molto efficiente ed economica. La gamma dei materia lavorabili è molto numerosa (acciai a basso tenore di carbonio, acciai inossidabili, leghe di alluminio e rame), le profondità di taglio raggiungibili (fino a 50 mm) e le elevate velocità di avanzamento della torcia (ad esempio per gli acciai inox il range di velocità varia da 5000 mm/min, per bassi spessori, fino a 180 mm/min, per spessori oltre i 50 mm).

I diversi vantaggi del taglio al plasma sono:

  • Massima flessibilità
  • Requisiti minimi nella composizione del materiale
  • Elevata velocità di taglio su lamiere con spessore sottile e medio
  • Velocità di taglio superiore rispetto al taglio laser
  • Dopo il taglio, i materiali non richiedono lavorazione successiva
  • Insuperabile nel taglio dell’acciaio